RssFacebook
Menu
Menu Contenuti

nov 5, 2013

Un dono per il Museo di Casole d’Elsa: la “ragazza etrusca”

di Gerardo Lotrecchiano

Oltre 2000 anni di spostamenti, arriva a Casole d’Elsa il coperchio di un sarcofago etrusco chiamato la “Ragazza Etrusca”.

L’interesse, oltre per la sua bellezza, è dato anche dalla sua storia. Ricevuta in eredità, il sig. Carlo Avanzo spiega che alla fine del 1800 si trovava già da tempo in un parco dell’Isola di Ischia. Grazie alle analisi di termoluminescenza su un campione di polvere di terracotta riesce ad ottenere il nulla osta dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana per le operazioni di restauro che attestano la datazione al II sec. a. C.Le operazioni di restauro sono state affidate ad Angelo Allegretti che, con un impegno costante di 8 mesi, ha restituito alla comunità il coperchio ripulito, incollato e ricostruito delle parti mancanti.

Link all’articolo in formato PDF

n5-ragazzaetrusca