RssFacebook
Menu
Menu Contenuti

nov 5, 2013

Le cucine romane

di Chiara Cecchi

L’interesse per le cucine romane nasce dall’esigenza di conoscere le caratteristiche tipiche di questi ambienti, in modo da renderne più facile l’identificazione negli scavi.

I dati provenienti dalle pubblicazioni archeologiche e l’analisi delle planimetrie delle abitazioni permettono di esaminare la localizzazione delle cucine, i loro rapporti con i vani circostanti e di quali oggetti fossero dotate.

Informazioni importanti si ricavano anche dalla pavimentazione e dalle coperture, caratterizzate da strutture in opus incertum e pavimenti con pendenze e raccordi idraulici lungo i margini.

Per concludere, con il confronto fra cucine di case di città e quelle di campagna, di solito più ampie rispetto alle prime, in quanto adibite a mensa per coloro che lavoravano i campi e legate alle attività per la macinazione dei cereali.

Link all’articolo in formato PDF

n5_cucine_romane